Catechesi dell’Iniziazione Cristiana … in marcia, con prudenza

Catechesi dell’Iniziazione Cristiana … in marcia, con prudenza

Anche per la nostra Collaborazione Pastorale di Musile l’anno 2020 si è chiuso con tanti progetti, in parte realizzati, in parte sospesi. L’accadere della pandemia e, a tuttora, il suo permanere ha più volte scombinato i nostri programmi e ci domanda ancora uno sforzo di creatività e fantasia per accompagnare, accanto alle loro famiglie, i nostri bambini e ragazzi verso e oltre le tappe sacramentali, punti fermi del percorso di Iniziazione Cristiana e trampolini di lancio per una vita cristiana e una appartenenza ecclesiale liberamente e consapevolmente assunta

Nello scorso settembre c’eravamo trovati con le Referenti Parrocchiali per la Catechesi e avevamo preso l’orientamento di portare a termine, con incontri settimanali, i percorsi di preparazione ai Sacramenti (Prima Confessione, Prima Comunione, Cresima), percorsi sospesi, a causa delle restrizioni dovute al covid19, la primavera scorsa. Altri due orientamenti riguardavano: la possibilità di un incontro al mese (ad una Messa infrasettimanale) per i ragazzi che non avevano le scadenze sacramentali; non avviare il percorso per i bambini di seconda elementare.

Il precipitare della pandemia se da una parte non ha del tutto arrestato questo nostro procedere, ha comunque creato varie difficoltà: non tutti i ragazzi hanno potuto celebrare i sacramenti previsti; la presenza agli appuntamenti mensili, anche se non dappertutto, non è stata molto partecipata.

Passate le festività natalizie coi siamo ritrovati con le Referenti e già qui si coglieva una certa preoccupazione circa il “se” e soprattutto il “come” ripartire.

Ci siamo lasciati con l’impegno di sentire tutte le altre Catechiste e che esse, a loro volta, sentissero personalmente tutte le Famiglie dei ragazzi coinvolti nei vari percorsi di Catechesi. Questo per capire quali timori e quali disponibilità in ordine al ripartire, sia delle Catechiste che delle Famiglie.

Il ritorno, sia dalle Catechiste che dalle Famiglie, è stato assai variegato: dalla disponibilità a riprendere, anche perché c’è un gran bisogno di socializzazione; al riprendere con cautela, con incontri più dilazionati nel tempo; all’attendere, riprendendo poi, circostanze migliori permettendo, dopo Pasqua.

Mettere insieme istanze così diverse non è cosa facile e, d’altra parte, riconosciamo che dietro ad ogni presa di posizione c’è una situazione concreta e complessa, sia in chi vuole ripartire, sia in chi preferisce aspettare.

Preso atto di tutto questo, con le Referenti Parrocchiali ci siamo ritrovati e abbiamo preso questo orientamento che proponiamo a livello di Collaborazione, anche per continuare e consolidare un cammino insieme.

Orientamento, che è una proposta di percorso e di incontri, a partire dall’inizio di questo mese di febbraio. Percorsi che vengono preparati e proposti dalle Catechiste di ogni singola Classe, coordinate dal Don di riferimento. Incontri che poi ogni singola Parrocchia vedrà come attuare, riguardo a tempi, modalità e luoghi, tenendo conto della concreta situazione e delle effettive disponibilità delle Catechiste e delle Famiglie.

  • Anzitutto diamo priorità ai Ragazzi coinvolti negli Itinerari in vista delle tappe sacramentali:
  Terza Elementare preparazione e poi celebrazione (prima metà di maggio) della Prima Confessione;
  Quarta Elementare preparazione e poi celebrazione (prima metà di maggio) della Prima Comunione;
  Seconda Media preparazione e poi celebrazione (fine settembre inizio ottobre) della Cresima.
  • Per le altre Classi di Catechismo:

Quinta Elementare e Prima Media          viene comunque preparato e proposto un percorso;

Seconda Elementare                                    resta sospesa, riprenderemo a ottobre prossimo.

  • Riguardo ai Ragazzi che avevano rinviato la celebrazione del Sacramento:

Subito dopo la Pasqua, seconda o terza domenica di aprile, ogni Parrocchia valuti come organizzare le varie celebrazioni (Prima Confessione, Prima Comunione, Cresime).

Per quanto riguarda la Cresima, a conferirla può essere il parroco stesso, dietro previa richiesta al Vescovo.

Don Flavio, don Giuseppe,
Referenti per la Catechesi

Lascia un commento