Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per nascondere questo avviso e accettare di utilizzare i cookie clicca sul pulsante OK. 

ISTITUZIONE DELLA COLLABORAZIONE PASTORALE DI MUSILE DI PIAVE

Musile, Chiesanuova, Millepertiche, Caposile, Passarella, Santa Maria di Piave CON GIOIA ANNUNCIAMO CHE DOMENICA 2 DICEMBRE TUTTE LE NOSTRE PARROCCHIE SONO INVITATE DAL VESCOVO A TREVISO PER L'ISTITUZIONE UFFICIALE DELLA COLLABORAZIONE DI MUSILE DI PIAVE.
Read more...

PARROCCHIA DI MUSILE

PARROCCHIA DI MUSILE DI PIAVE (836 – 1924) Mons. Prof. Sac. Costante Chimenton -Treviso 1924 La Chiesa di  S. Donato in Musile Sul Piave E Ruinis Pulchriores: La Chiesa di  S. Donato in Musile Sul Piave  
Read more...
 Of 2
  • 1
  • 2
Previous Next

SETTIMANA SANTA - Passarella, Caposile e S. Maria di Piave


Orari della                settimana santa

Domenica Palme

S Maria: ore 8,30 benedizione dell’ulivo; ore 9,00 ss. Messa

Caposile: ore 9,45 benedizione dell’ulivo; ore  10,00 ss. Messa

Passarella: ore 11,00 benedizione dell’ulivo; ore 11,15 ss. Messa

Lunedì Santo, Martedì Santo, Mercoledì Santo

Passarella:

Ore 8,30 Lodi

Ore 8,30-12,00 Adorazione del Santissimo.

Ore 15,00-19,00 Adorazione del Santissimo.                                                                       

S. Maria:

Ore 17,00-20,00 Adorazione del Santissimo.

Caposile:

Ore 15,00- 18,00 Adorazione del Santissimo.

UNA SETTIMANA DA DIO…

No, non parliamo del famoso film interpretato da Jim Carrey e Morgan Freeman una dozzina di anni fa, ma della “grande settimana”, come la chiamavano i cristiani dei primi secoli, la settimana santa.

Come vivere bene una settimana (che viene) da Dio?

“Una settimana da Dio” l’ha vissuta Gesù, tutta la vita, ma sintetizzata nella sua ultima.

Dopo aver parlato a tutti, senza distinzione, ai grandi e agli umili, ai potenti e ai deboli; dopo aver portato la misericordia e il perdono di Dio; dopo aver guarito, consolato, compreso ogni uomo e ogni donna, come fa un buon padre e una buona madre verso ciascuno dei suoi figli, Gesù entra in Gerusalemme per compiere l’ultimo passo, in cui riassume tutta la sua esistenza: si dona totalmente, non tiene nulla per sé, neppure la vita.

LE NUOVE DIPENDENZE… NEW ADDICTION

Cos’è veramente una dipendenza?

Com’è possibile che “qualcosa” possa impossessarsi del nostro comportamento, dei nostri pensieri compromettendo la nostra vita?

Dopamina

Dal punto di vista scientifico, alla base di tutto c’è una sostanza chimica, nota come DOPAMINA, rilasciata dal cervello in risposta ad una sensazione di piacere.

L’azione che ha scatenato il piacere viene memorizzata come stimolo buono, da ripetere. Questo è un meccanismo MOTIVAZIONALE che spesso prevale su quello RAZIONALE; l’abilità a mantenere in equilibrio i due meccanismi dipende dalle caratteristiche genetiche e dalle esperienze di vita dell’individuo.

UN GESTO DI UMILE RISCATTO

Nel tempo della Quaresima la coscienza ci invita a trovare un tempo per celebrare il sacramento della riconciliazione. L’occasione per liberarci dal peccato che spesso appesantisce le nostre relazioni e incupisce il nostro volto.

Il male, una catena

Il male, che segretamente lusinga il nostro cuore e ci tieni legati ad un palo, ci fa sentire fragili e non offre speranze di possibile conversione.

Il peccato entra nei nostri cuori e nelle nostre menti spegnendo pian piano ogni forma di possibile riscatto, vendendoci a piccoli attimi di piacere o di gloria personale che sembrano “naturali” ma che portano con sé il veleno.

UN PICCOLO LABORATORIO DELLA FEDE CON LE NOSTRE CATECHISTE

Cosa bolle in pentola

Dando uno sguardo superficiale dal di fuori, sembrerebbe che nulla o quasi si stia muovendo nelle nostre parrocchie, che tutto proceda come il solito, senza grandi cambiamenti.

In realtà all’interno della nostra Collaborazione Pastorale, insieme, stiamo lavorando per cercare di migliorare e arricchire i vari ambiti della vita Pastorale.

Anche per la Catechesi ci stiamo impegnando per riuscire a operare al meglio per il bene dei ragazzi, aiutando catechisti e catechiste a svolgere adeguatamente il loro servizio di evangelizzatori.

L’AMORE DI DIO E LO SPIRITO SANTO.

Centodieci ragazzi cresimandi di tutte le parrocchie della collaborazione: Caposile, Croce, Chiesanuova, Musile , Millepertiche e Passarella, hanno soggiornato due giorni, il 26 e 27 febbraio, al Villaggio San Paolo a Cavallino, per prepararsi alla Cresima.

Ad accompagnarli Don Michele, le catechiste e i catechisti di terza media  e gli animatori.

L’INCONTRO DEI SETTE CONSIGLI PER GLI AFFARI ECONOMICI

Lo scorso 9 febbraio, presso le sale parrocchiali di Caposile, si è tenuta la prima riunione congiunta di tutti i CPAE della Collaborazione di Musile.

L’importanza del momento

L’incontro, al quale erano presenti don Flavio, don Federico, don Michele e i rappresentanti dei Consigli Economici delle sette parrocchie, è stato un momento di conoscenza e di condivisione molto importante.

Dopo una parte iniziale dove è stata data lettura dei documenti diocesani contenenti principi e raccomandazioni di corretta gestione dei beni comunitari, si è proseguito con una presentazione delle singole realtà, con una descrizione del patrimonio immobiliare, ma anche gli oneri, le sfide e i progetti in corso nelle singole parrocchie.

Un confronto sulle strategie

Terminata questa prima fase “conoscitiva”, si è aperto un momento di confronto sulle strategie da adottare per preservare e valorizzare i beni (principalmente rappresentati dagli immobili) mantenendo come focus principale la stabilità economica delle parrocchie e la capacità di promuovere iniziative legate alla missione pastorale di ognuna.

Le parrocchie, lo sappiamo, non sono aziende e le entrate derivano principalmente dalla solidarietà delle persone che si manifesta con liberalità ed elemosine, oppure dall’opera volontaria e dalla partecipazione alle iniziative comunitarie, come i festeggiamenti per il santo patrono.

Inevitabilmente le strategie gestionali per reperire le risorse necessarie passano per una riduzione delle spese e la tale riduzione può essere ottenuta sicuramente mettendo in atto tutte le sinergie che naturalmente derivano dall’essere una Collaborazione. In realtà questo è un percorso che si è  iniziato già da tempo, per esempio con la costituzione di gruppi di acquisto nell’ambito delle sagre parrocchiali, oppure con l’accorpamento di alcuni servizi.

Da ciò che c’è, a ciò che potrà esserci

Questa serata è stata quindi una opportunità per fare un “brainstorming” alla ricerca di nuovi ambiti nei quali applicare queste sinergie. Si è parlato ancora di unificazioni amministrative ma anche di condivisione delle strutture e non ultimo di solidarietà nell’ambito finanziario.

Questo lavoro trae giovamento dalla passione di chi volentieri spende, a beneficio del proprio vicino, la competenza e la professionalità maturate nell’ambito lavorativo.

Oggi è importante abituarsi a guardare sempre di più al di fuori dell’orizzonte della parrocchia, trasformando in consuetudine il “progettare assieme” e il “condividere le risorse”.

S.L.

EMMAUS