Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per nascondere questo avviso e accettare di utilizzare i cookie clicca sul pulsante OK. 

“Lasciate che i fanciulli...”

“I giovani vogliono vivere esperienze intense. Vi incoraggio a prendere sul serio le parole di Dio. Dite no a una cultura che vi ritiene incapaci di affrontare le sfide della vita. Pensate in grande! Non perdete tempo con le chat su internet e con i messaggini del telefonino: non usate male la vostra libertà. Se la libertà non è esercitata bene può farci perdere la dignità. Il tempo è un dono divino. Tanti ragazzi perdono troppe ore in cose inutili”

(Papa Francesco – Il Papa ai giovani olandesi, 30/06/2014)

I bambini, i ragazzi ed i giovani sono il futuro dell'umanità e della Chiesa. La creatività, il carisma, l'entusiasmo, la spregiudicatezza, le novità, il chiasso, le grida e la gioia portati dai più giovani infondono linfa viva alle nostre comunità, permettendo loro di camminare e di non dare più come scontati e come “valori assoluti” i precetti, le norme e le regole su cui la Chiesa per molto tempo è rimasta arroccata. I giovani portano tutta la comunità ad interrogarsi continuamente, a muoversi per vie nuove e differenti, a cercare nuovi mezzi di comunicazione per trasmettere il messaggio di Dio in maniera sempre più adeguata alle nuove sensibilità ed alle esigenze dei giovani protagonisti di una società in quotidiano mutamento.

È per questo che la pastorale giovanile deve essere, all'interno delle nostre parrocchie, una “questione” di primaria ed assoluta importanza. Ed è proprio per questo che si stanno moltiplicando sempre più le proposte della nostra Collaborazione rivolte ai “più piccoli”. Presentiamo ora tre fantastiche iniziative che Musile offre per “i più piccoli”:

Storica e giunta al 15esimo anno dalla fondazione è l'ACR Musile. Il tema dell'anno associativo 2015/2016 è stato “Viaggiando verso...Te”. Nelle domeniche di attività i ragazzi hanno potuto scoprire come la vita sia sinonimo di “viaggiare verso Dio” e quali siano i ritardi e gli ostacoli di questo straordinario viaggio, imparando a divenire sempre più viaggiatori coscienti e sempre meno semplici passeggeri.

Giovane, fresco e molto sonoro è il coro bambini “Voci di Gioia” che, benché nato appena nel Novembre 2015, conta già un gruppo di trenta intonatissimi canterini (dalla seconda elementare alla terza media). Attraverso il canto, che è vera e propria preghiera potenziata, anche i più giovani iniziano a dare il loro notevole (e rumoroso) contributo alla liturgia, scoprendone ed apprezzandone così l'importanza dei gesti e delle parole, affezionandosi così maggiormente all'incontro con Gesù nella dimensione del rito.

Anche quest'estate tornerà, più straordinario che mai, il Gr.Est, pronto a portarci moltissima ALLEGRIA. L'anno scorso ci siamo lasciati con questi sentimenti: entusiasmo, divertimento, gioia e felicità, parole d'ordine di ogni giorno di Gr.Est ed evidenti durante la serata finale che è stata messa in piedi grazie alla collaborazione di tutti gli animatori e che per la prima volta nella storia è stata presentata in piazza con l'ausilio di nuove tecnologie. Non bisogna nascondere che l'anno scorso molti bambini erano dispiaciuti per la fine del Gr.Est; per loro è stato infatti un momento per stringere amicizie nuove e rinforzare i legami già instaurati con i loro amici ma anche con gli animatori - da loro adorati -. Tutto questo è stato possibile grazie ad uno splendido intrecciarsi di preghiera, laboratori, giochi, tornei, uscite e momenti liberi...ma...non temete...adesso finalmente sta ritornando!!!

GIACOMO PAVAN – MARILISA COPPO 

 

CoroVociDiGioia

CORO VOCI DI GIOIA

ACR2016

GREST 2015

GREST2015